ULTIMI POST PUBBLICATI

Fino a  30 anni – rughe e discromie

Soluzioni cosmetiche
A quest’età, la carnagione è morbida, piena, elastica: cellule che si rinnovano a pieno ritmo, fibre di collagene ed elastina perfettamente integre. Ma l’attività del progesterone può ancora innescare un’iperattività delle ghiandole sebacee, rendendo la pelle grassa e impura, soprattutto nella zona a T del viso (fronte, naso e mento). Ci vogliono creme e fluidi con formulazioni mirate e texture leggere, ‘oil-free’, non occlusive. Anche esfoliazioni e peeling periodici aiutano a purificare e levigare. In questo caso è utile distinguere la pelle in età giovanile in cui utilizziamo la linea 'Pure' di BABOR dagli esiti del'acne in cui il danno è più profondo in questo caso 'purity cellular' di Doctor Babor. Si fanno visibili le prime zampe di gallina, specie se il viso è mobile e la mimica accentuata esiste una linea cosmetica a base di peptidi  sempre Babor, ad effetto “botox-like”, quindi non solo punturine...
È in questo periodo, che compaiono discromie (irregolarità del colorito) su fronte, guance e mento. I rimedi? Abbinare una crema da giorno idratante e anti età con filtri solari (Spf 15) in un alchimia di effetti che solo Doctor Babor produce.

Trattamenti di medicina estetica
Rughe – Quando creme e sieri non bastano più, si può puntare sull’ormai nota tossina botulinica. Non riempie le rughe in pochi istanti come un filler, ma le cancella dopo 5-14 giorni. Iniettata in piccolissime dosi all’estremità dei muscoli interessati, ne inibisce, infatti, la contrazione. Ideale per spianare la fronte, levigare il contorno occhi, l'effetto è transitorio e privo di effetti collaterali negativi sia locali che a distanza e dura nel tempo da 4 a 6 mesi.

Macchie – Le macchie brune sono evidenti? Si possono  combattere con i Peelings che sono un'applicazione d'istituto di svariate sostanze che da una parte levigano e ringiovaniscono la pelle e dall'altra risolvono il problema specifico. Tra di loro ricordiamo l'acido salicilico il piruvico il TAC il Dermamelan, il tutto sempre associato ad un trattamento cosmetico domiciliare che viene magnificato da una maggiore penetrazione dei principi attivi.

Dai 40 anni – primi cedimenti e opacità della pelle comparsa di ombre.

Soluzioni cosmetiche
La pelle non sembra aver subito mutamenti significativi rispetto ai 30 anni e, almeno all’apparenza, mantiene intatta la sua consistenza. Ma macchie, rughe e cedimenti sono in agguato. Dipendono da un rallentamento del ricambio cellulare. A questa età l'uso del cosmetico domiciliare diviene principe della prevenzione, un'adeguata cosmesi per il propio tipo di pelle e dunque linea 'calming'  per pelli con Couperose nei casi più avanzati linea 'neuro sensitive' Doctor Babor e 'purifing' per pelli acneiche in fase attiva, inoltre, la linea 'reversive' che previene i danni photo e crono indotti.

Nei casi di danno attinico di cronoaging necessario l uso della Dermacellular Doctor Babor.

Bisogna assolutamente bandire le lampade, in estate, centellinare le esposizioni al sole, d’inverno non affrontare mai la luce del giorno senza creme anti-age con filtri Uv. Stile di vita sano, dieta, esercizio fisico.

Trattamenti di medicina estetica. L'effetto cosmetico  deve essere potenziato.
Si può puntare sulla biorivitalizzazione, metodica soft, che preserva la giovinezza della pelle, migliorandone elasticità e turgore. Lo specialista effettua una serie di microiniezioni di acido ialuronico molto fluido (cioè a peso molecolare minore rispetto a quello utilizzato per i filler) su superfici diffuse di viso, collo, décolleté e, volendo, anche mani e interno braccia vitamine sostante tonificanti come il DMAE. Queste infiltrazioni richiamano acqua nei tessuti, ripristinando il giusto livello d'idratazione e stimolando l’attività cellulare che favorisce, a sua volta, la sintesi di collagene ed elastina. Si consigliano 5-6 trattamenti iniziali a distanza di una settimana, seguiti poi da ulteriori due trattamenti dopo un mese. Qundi filler a base di acido ialuronico ALLERGAN, Teosyal, Hyacorp per correggere le ombre ed il viso stanco. Alle volte la perdita di tono iportante prevede l'uso del calcio idrossiapataite. Perdita di luminosità – si usano peeling di maggiore profondità con un effetto più importante come in particolare di nuova formulazione a base di anice stellato.

Dai 50 anni – perdita di definizione dell’ovale, invecchiamento del collo

La menopausa lo spauracchio di  questa epoca della vita si modifica l’equilibrio ormonale. Gli estrogeni calano in modo significativo, a fronte di un lieve aumento degli androgeni. Di conseguenza, la pelle diventa più sottile, si riduce il grasso sottocutaneo, con conseguente perdita di tono dei tessuti e i contorni del viso non sono più così definiti.
Il punto chiave della “remise en forme" è la cosmesi quotidiana deve essere più corposa e ricca di nutrienti  in particolare linea HSR di Babor e deve essere estesa al collo.

Trattamenti di medicina estetica
Perdita di definizione dell’ovale – Il primo step, se l’inestetismo non è ancora molto accentuato, è la ridensificazione dermica con il calcio idrossiaptite, Radiesse Cristalys, mentre i cedimenti della regione malare e dello zigomo e dell'ovale, possono essere corretti con una tecnica a bolo chiamata beauty balance o lifting degli otto punti. L'acido ialuronico da utilizzare e ALLERGAN o TEOSYAL in quanto di maggiore purezza e di lunga durata.
A secondo dei casi è possibile effettuare  l'impianto di acido ialuronico con un ago cannula 'Soft restoration'. É utile l utilizzo anche dei fili Miracu sia di trazione che di biostimolazione.

Collo
Zona importante ed al contempo delicato da trattare con tutte le tecniche sopra citate ma che trova nei fili di trazione Miracu la migliore soluzione  estetica.
Nel nostro istituto il consulto prevede un'attenta analisi sul motivo dell'incontro corredato anche da studio con varie strumentazioni e prove per soddisfare le aspettative dei nostri amici pazienti.

Per maggiori informazioni contattare: centro.desantis@tin.it o chiamare il numero 081/7348033 o 338/6200284 (dott. Giuseppe De Santis) oppure consultare le apposite sezioni di questo sito web.
Nuova metodica basata sull'impiego dei fili biostimolanti di PDO: il polidiossanone è un materiale impiegato già da anni nella produzione di fili di sutura riassorbibili. 

Si tratta di un tessuto che non dà traumi, non ha proprietà antigeniche o pirogene e non dà reazioni allergiche. Mediante aghi sottilissimi, i fili vengono introdotti sotto cute, creando una sorta di rete sottodermica. Il trattamento è indolore e non necessita di alcuna anestesia.
I fili mantengono la loro resistenza per 60-80 giorni e sono completamente riassorbiti dopo 180-200 giorni. Essi si dissolvono in maniera graduale e stimolano la sintesi di nuovo collagene ottenendo la stimolazione dei fibroblasti senza compromettere il microcircolo e la vascolarizzazione dell'area trattata. 

La metodica può essere ripetuta ogni volta che si vuole in base alle proprie necessità. La cute diventa più liscia e luminosa, con una riduzione delle rughe ed un sensibile miglioramento della texture ottenendo al contempo un effetto lifting non indifferente.

Il trattamento è estremamente sicuro e l’effetto è immediato. L’assenza di cicatrici e tagli, il completo riassorbimento dei fili che sono completamente invisibili ed impalpabili e la possibilità di effettuare il trattamento secondo le necessità, rendono il trattamento personalizzabile su ogni singolo paziente. 

La procedura è consigliabile quando compaiono i primi segni di invecchiamento. Non ci sono limiti di età.
Combina tecniche innovative di massaggio con metodi di trattamento tradizionale. Questa composizione di elementi ispirata da agopuntura, massaggio reflessogeno.


Nel trattamento rassodante si usano i prodotti SHAPING FOR BODY, che modellano una silhouette raffinata e sono composti da estratti dalle cellule staminali del raro Sorbo Ciavardello e da un complesso vegetale di principi attivi in grado di affinare la silhouette. 

Essi favoriscono la tonicità cutanea e modellano il corpo. 

L'Acqua Termale di Aachen, arricchita con preziosi minerali e microelementi presenti negli strati calcarei del sottosuolo caldo, favorisce il sistema immunitario della pelle apportando un'intensa idratazione.

Si compone in un trattamento d'istituto con un trattamento domiciliare è può essere utilizzato da solo o in associazione a tecnologie tonificanti. Si associa ad trattamenti Radiofrequenza, Elettrostimolazione e Correnti di Kotz.

Magnifica i risultati tonificanti di Carbossiterpia e Mesoterapia tonificante.




Anche gli altri tre trattamenti cosmeceutici possono essere abbinati a trattamenti medici:

ENERGIZING: Lime, Ginger, Fiori di Pesco e Muschio creano un prodotto necessario alla ritonificazione cutanea. Utile ad una maggiore idratazione di superficie, collabora attivamente a terapie mediche quali Carbossiterapia, Vacuum, Fosfatidilcolina.

RELAXING: Estratti di cellule di Pera Champagne, Acqua Termale, Ribes Nero, creano un prodotto in grado di rigenerare la barriera protettiva lipidica, con spiccate attività anti-radicali. Per tale motivo possono essere associate a trattamenti medico-estetici quali, Mesoterapia, Cavitazione, Peelings, Restoring Cutaneo, Luce Pulsata, Vacuum Terapia.

BALANCING: Arancia, Anice, Gelsomino, Vetiver, Fava Tonka, collaborano a rendere una pelle rilassata e con difese immunitarie rafforzate. Ricca di Olio di Argan, questa è una linea di prodotti che possono essere associati a trattamenti medici di riequilibrio cutaneo, quindi, Mesoterapia, Elettrolipolisi, Peelings e Vitamine.


L'invecchiamento cutaneo è causato dall'età ed è influenzato da altri fattori come lo stile di vita, la dieta, l'esposizione solare, il fumo, l'uso di cosmetici inappropriati.
I suoi segni esteriori sono le alterazioni del tono, del colore e della texture della pelle. Generalmente conferisce un aspetto opaco e stanco con qualche piccola ruga.

I segni che maggiormente percepiamo sono le rughe perioculari, le pieghe naso-geniene e della marionetta, le macchie cutanee (discromia), le cicatrici derivanti da acne, acne in fase attiva e varicella, secchezza e scarsa tenuta del make-up.

Il tipo di peeling è scelto in base all'inestetismo da curare ed alla sua gravità e può essere effettuato in qualsiasi età. Ovviamente, più marcato è l'inestetismo e più forte sarà la molecola da utilizzare. 

Il trattamento si esegue con un pennello ed il tempo di posa dipende dal tipo di molecola scelta. Esso viene preceduto da una detersione terapeutica con prodotti cosmetici di alta qualità come ad esempio i prodotti della Babor. 

Il Peeling ha lo scopo di levigare la pelle e consentire una maggiore penetrazione dei principi attivi dei cosmeceutici, per cui bisognerà applicare, una maschera adeguata al problema da trattare ed al tipo di pelle. La bellezza finale della pelle, strettamente connessa all'uso di cosmetici adeguati avrà così un effetto correttivo delle carenze della stessa.

I tipi di Peelings utilizzati sono: Peeling chimico con AHA o Acido Glicolico, Peeling chimico con Acido Piruvico, Peeling chimico con Acido Salicilico, Peeling chimico con TCA o Acido Tricloroacetico, Peeling chimico con Acido Mandelico, Peeling chimico con Soluzione di Jessner, Peeling Bionic Age Recovery Wipe, Peeling Melanoplus, PRX T33, Peeling chimico con Acido Ferulico, Peeling Enzimatico, Peeling Dermamelan, Peeling Fisico Diatermico, Peeling Fisico Micro-dermoabrasione.

In generale, la maggior parte dei "soft peelings" non lascia tracce se combinata ad una adeguata azione cosmetica con l'uso di maschere e creme. In questo caso, si agirà non solo sul problema ma anche sul restoring generale della cute. In rari casi è osservabile un rossore transitorio ed un peeeling furfuraceo della cute.

Nei "peeling strong" la pelle può subire delle trasformazioni maggiori, per cui il rossore assumerà le sembianze di una "scottatura solare superficiale": in pochi giorni l'effetto sparirà e si avrà una pelle giovane.

Il peeling è un protocollo terapeutico che implica necessariamente l'utilizzo di cosmetici domiciliari e di applicazioni professionali, in istituto, della sostanza stessa. Il successo dei trattamenti è legato al numero di sedute settimanali (o quindicennali) che si effettuano, funzionali all'inestetismo specifico.

Ogni seduta dura circa 40 minuti ed è possibile utilizzare il make-up quotidiano. In alcuni peelings è necessario non esporsi a raggi solari, in quanto la fotoesposizione su pelli sensibili può arrecare danni.
Gli enormi passi avanti compiuti dalla medicina estetica negli ultimi tempi, hanno facilitato lo sviluppo di trattamenti innovativi in grado di intervenire sui processi biosintetici, di invecchiamento e di ringiovanimento cutaneo. 
Tra questi, hanno assunto enorme importanza soprattutto alcune procedure mininvasive, come la biostimolazione, atte a correggere l'inestetismo o l'invecchiamento cutaneo in maniera attiva.
 

Il termine Biostimolazione, infatti, raggruppa l'insieme delle tecniche in grado di attivare alcuni processi fisiologici della cute, al fine di ottimizzarne le funzioni e migliorarne l'estetica. 
Più precisamente, questa metodica si concentra sulla modulazione dell'attività dei fibroblasti del derma, regolandone i processi replicativi e le funzioni biologiche, in particolare quelle biosintetiche coinvolte nella sintesi del collagene, proteina principale della matrice extracellulare.


Effetti biologici della Biostimolazione
Come accennato, il principio è la nuova formazione di componenti strutturali della matrice come il collagene reticolare, l'acido ialuronico e l'elastina. Ciò permette, infatti, un sensibile miglioramento della qualità del derma, garantendo un miglior controllo sulla costituzione chimico-fisica della matrice. 
Generalmente, la Biostimolazione cutanea è un trattamento mininvasivo che si avvale dell'utilizzo di sottilissimi aghi, in grado di iniettare sottocute soluzioni appositamente studiate per supportare la funzione cellulare.


Tale obiettivo delle procedure di Biostimolazione è rappresentato dall'induzione di un miglioramento delle proprietà funzionali, strutturali ed estetiche della cute.
 In tal senso, quindi, risulterebbero utili soluzioni a base di:
  • frammenti di acido ialuronico in grado di fornire substrati importanti per la sintesi di questa molecola; 
  • fattori di crescita utili a sostenere il metabolismo dei fibroblasti;
  • aminoacidi precursori del collagene, dell'acido ialuronico e dell'elastina;
  • glucosamina, precursore dei glicosamminoglicani;
  • coenzimi;
  • vitamine.

Pertanto, questa metodica potrebbe essere impiegata a fini preventivi nei pazienti di mezz'età per controllare l'invecchiamento cutaneo e mantenere una pelle giovane e sana.


La Biostimolazione rientra a pieno titolo tra le numerose tecniche utilizzate in medicina estetica ed antiaging. 

In termini biologici si osserverà:
  • un incremento dello spessore del derma;
  • un ripristino della normale vitalità dei cheratinociti con un miglioramento dello strato epidermico;
  • una maggiore presenza di elastina, quindi un netto miglioramento della qualità cutanea;
  • un ripristino del film lipidico cutaneo con funzioni di barriera;
  • un graduale appiattimento delle rughe e dei solchi cutanei.

Si opterà per cicli di trattamento periodici, solitamente 3-4 cicli ogni sei mesi, così da ostacolare la comparsa dei segni dell'invecchiamento.

Il trattamento varia a secondo le problemtiche puo essere associato a peelings ,tossina botulica e filler
ed è magnificato dall'utilizzo di una corretta cosmesi quotidiana.
L'acido ialuronico è un disaccaride, cioè uno zucchero presente in tutti i tessuti connettivi umani. Necessario per la formazione della matrice di collagene, di fibre elastiche e per il mantenimento dell'idratazione cutanea. 

Le alterazioni dell'acido ialuronico presente nella pelle contribuiscono, nel tempo, all'invecchiamento cutaneo. L'acido ialuronico esiste naturalmente in tutti gli organismi viventi ed è un componente universale degli spazi tra le cellule dei tessuti del corpo (spazio extracellulare): si tratta di una molecola che ha una struttura chimica identica sia che si trovi nei batteri, negli animali o negli esseri umani. 

Essendo chimicamente identico in tutte le specie e in tutti i tipi di tessuto, l'acido ialuronico presenta una totale biocompatibilità. L'uso dell'acido ialuronico è ben documentato oltre che nella medicina e nella chirurgia estetica anche in altri settori della medicina quali la chirurgia oftalmica e l'ortopedia. 
Negli ultimi vent'anni, più di 30 milioni di persone sono state trattate con successo con prodotti a base di acido ialuronico: quello utilizzato in medicina estetica è il frutto di complesse sintesi di laboratorio ottenute con l'ausilio di biotecnologie. 
Esistono 2 grandi famiglie di acido ialuronico:
  • 1) Acido ialuronico di origine aviaria; 
  • 2) Acido ialuronico di origine batterica Streptococcus equi detto anche NASHA
    (Non-Animal Stabilized Hyaluronic Acid - tipo Juvederm e Teosyal).

L'acido ialuronico usato in medicina estetica è un gel sterile, viscoelastico, incolore e trasparente composto da molecole incrociate di ialuronato. La migliore qualità e la durata dei tempi di riassorbimento dell'acido ialuronico dipendono dalla quantità di molecole di ialuronato e dai legami intermolecolari presenti in 1 ml di prodotto.

Le infiltrazioni a base di acido ialuronico sono indicate per la correzione di: 
  • Labbra: pienezza e turgore e bordo vermiglio. 
  • Volume e contorno delle labbra. Pieghe (es. quelle nasolabiali). 
  • Rimodellamento del contorno del viso (es. guance e mento). 
  • Rughe (es. glabellari e commessure orali). 
  • Rughe perioculari ("zampe di gallina").
  • Lifting globale della guancia
  • Esiti cicatriziali post-acneici. 
  • Esiti cicatriziali post-traumatici. 
  • Inestetismi dei tessuti molli. 
  • Rimodellamento dei glutei

L'acido ialuronico viene iniettato in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo proporzionato alla struttura molecolare dell'acido ialiuronico utilizzato. 
Le iniezioni vengono effettuate in ambulatorio ed il trattamento dura 15-30 minuti. Generalmente non è necessaria l'anestesia locale, ma talvolta può essere utilizzata una pomata anestetica soprattutto per il trattamento di zone più fastidiose come le labbra. 

L'acido ialuronico è un prodotto riassorbibile che può avere una durata che varia da 2 mesi a 1-2 anni. I principali prodotti presenti in commercio possono da me utilizztat sono
  • JUVÉDERM
  • TEOSYAL
  • HYACORP (FACE AND BODY)
  • DECORIA

L'acido ialuronico non è un filler permanente. Ciò significa che, una volta iniettato, il prodotto viene progressivamente metabolizzato e quindi riassorbito dall'organismo con tempi variabili a seconda della zona trattata e del tipo di preparato utilizzato. 

L'effetto di riempimento ed aumento di volume o attenuazione delle rughe è immediato e dura dai 2 ai 12 mesi. Periodicamente è possibile ripetere il trattamento per mantenere un aumento di volume stabile.

Novità terapeutiche sono state integrate per il Lifting del Volto nei suoi vari codici (zone): 
  • Fronte 
  • Occhio
  • Sopracciglio
  • Terzo Medio
  • Terzo Inferiore
  • Labbra e Rughe Perilabiali

Per un completo restying/lifting globale del volto è utile l'integrazione con Tossina Botulinica, Peeling e Biostimolazione.

L' HYACORP BODY è un nuovo acido ialuronico a lentissimo riassorbimento, circa 2 anni, prodotto dalla casa farmaceutica  indicato per il rimodellamento corporeo e  dei glutei.

Gli effetti collaterali sono minimi: i piccoli ematomi, infatti, si riassorbono in un paio di giorni.